stemma della regione
      Regione Piemonte
Accedi ai servizi
logo del comune
Comune di Barge
Stai navigando in : Le News
Intitolata una piazza a Don Mario Guglielmi

Don MARIO GUGLIELMI è stato una figura di primo piano per la nostra comunità. Fu il primo parroco della Parrocchia di Crocera di Barge. Oltre ad aver provveduto a diverse altre opere nelle parrocchie di Assarti e Crocera di Barge, fu artefice, con generosi sacrifici personali insieme alla sua popolazione, della costruzione della nuova, funzionale chiesa parrocchiale della Crocera. Il suo unico e importante obiettivo fu sempre lo sviluppo di una forte e viva comunità parrocchiale. Con questa impresa Don Mario pose le basi per lo sviluppo della comunità di Crocera così come la conosciamo oggi. Pose un seme, la chiesa, da cui germogliarono molte altre componenti importanti, quali le scuole, gli impianti sportivi e via via una serie di case e negozi, che diedero concretezza alla sua idea di costruire, in questo ampio territorio, un punto di incontro e di scambio per questa “comunità sparsa tra mille casolari nelle campagne”,  come lui amava definire  la frazione di Crocera. Il padre Giovanni era operaio presso le cartiere Burgo e la madre Domenica casalinga. Finito il corso delle elementari venne inserito nel seminario di S. Agostino di Saluzzo. Per tutto il periodo del ginnasio rimase in seminario, dove ricevette un’educazione basata su una rigida disciplina che contribuì fortemente a formare l’uomo e il sacerdote che la sua comunità imparò a conoscere e ad apprezzare. Nel seminario di S. Nicola Don Mario sviluppò la sua nota schiettezza, che gli riconfermò la fiducia dei Superiori e dei Professori. La preparazione in seminario fu lunga e a quei tempi fu resa più dura dallo scoppio dalla Seconda Guerra Mondiale. In questo clima di privazione, di sofferenza e di timore il giovane chierico ricevette gli ordini minori nel giugno del 1941 ed il 28 giugno del 1942 divenne prete. Fu subito inviato da Monsignor Oberti come vice curato a Cardè. Per sette anni svolse il proprio servizio a Cardè, ricevendo dal Parroco Don Pronino importanti insegnamenti basati su un orientamento sicuro, pratico e costruttivo dell’esercizio del ministero sacerdotale. Durante la guerra ebbe modo di mettere subito in mostra il suo carattere e la sua vicinanza alla popolazione, condividendo sofferenze e pericoli: fu ostaggio in mano ai tedeschi, a cui, unitamente ad alcuni coraggiosi, compì la beffa di disinnescare le mine poste per far saltare il ponte sul Po. Nel dopoguerra la politica divenne passione e a Cardè ebbero una larga risonanza le dispute che il vice curato intavolava con coloro che ne facevano strumento di sopraffazione, convinto com’era che la democrazia doveva permettere una partecipazione di tutti alla costruzione di un periodo di pace e prosperità. Nel 1949, resasi vacante la Parrocchia di Assarti,  Don Guglielmi  partecipò al concorso, lo vinse e quindi venne nominato prevosto. Il 24 Aprile 1949 divenne parroco di Assarti. Cominciò  il suo ministero pastorale mettendosi subito in luce per la sua apertura di idee, per la sua cordialità e sincerità, che gli procurarono la stima e l’affetto di tutta la popolazione. Parlava francamente e decisamente, anche quando il suo discutere poteva tornare sgradito a chi, nelle vicende comuni, si dimostrava troppo partigiano e interessato.  Per molti anni fu convinto donatore di sangue ricoprendo anche ruoli di responsabilità  nella sezione autonoma dei donatori di Saluzzo. Non donava solo sangue agli altri, ma consigli, tempo, corse in macchina e denaro. In molti casi donava pace a coloro che discutevano per interessi morali o materiali. Nei primi dieci anni di attività sacerdotale presso la Parrocchia di Assarti fu sempre più viva in Don Guglielmi la necessità di costruire un nuovo centro, una nuova chiesa a Crocera, come urgente necessità per la popolazione di questa ampia parte del territorio della sua parrocchia. In effetti poteva sembrare un’impresa insostenibile visto che mancava tutto, terreno e denaro. Il suo entusiasmo e la sua convinzione fecero in modo che questa idea venisse fin da subito condivisa dai capi famiglia e dalla popolazione locale, poi dai Superiori della Diocesi e dal Clero Bargese e via via, grazie al suo costante impegno, dalle Amministrazioni pubbliche e da molte personalità del mondo politico del tempo. Il 20 Febbraio del 1959 Don Mario chiese il permesso di intraprendere questa impresa al Vescovo e non solo lo ottenne ma ricevette un incoraggiamento. Il 22 ottobre chiese aiuto al Comune, da cui ricevette sostegno economico per l’acquisto del terreno con voto unanime di tutto il Consiglio Comunale. Il 30 marzo del 1961 firmò il rogito di acquisto del terreno dal Sig. Antonio Magnano di Barge per la costruzione della chiesa e dal Sig. Bartolomeo Marconetto per  la strada di accesso. Il Sig. Marconetto offrì poi per la chiesa la somma ricavata dalla vendita. Nell’anno successivo Don Guglielmi ottenne l’assegnazione di un cantiere scuola per la costruzione della strada che dovrà portare sul sagrato della chiesa, a cui aderirono molti capi famiglia della zona, promettendo la loro collaborazione. Il 26 dicembre del 1962 iniziarono quindi  i primi lavori. Ci vollero ancora alcuni anni prima di arrivare alla completa realizzazione della chiesa che con il costante impegno di Don Mario,  la sua tenacia, il suo coraggio e la capacità di farsi guida e di coinvolgere gli altri, venne consegnata alla popolazione il 12 maggio 1968.   



La cerimonia solenne di intitolazione si è tenuta alla presenza dell’Amministrazione Comunale, (il Sindaco Luca Colombatto è intervenuto insieme al Vice Sindaco Ivo Beccaria, agli Assessori Silvio Comba e Valerio Airaudo e al Consigliere Andrea Bertola), dei parenti di Don Mario Guglielmi, appositamente invitati, e di tanti cittadini. Il Parroco di Crocera Don Andrea era presente per benedire il sito.



Nel suo intervento ufficiale, il Sindaco Colombatto ha sottolineato quanto sia stato importante in tutti questi anni il contributo fornito dagli assessori e dai consiglieri provenienti da Crocera e avvicendatisi nel tempo in seno alle varie Amministrazioni Comunali, i quali hanno continuato l’opera di Don Guglielmi, portando Crocera ad essere una realtà urbana di primaria importanza per l’intera comunità bargese.



Il Sindaco ha quindi ringraziato i ragazzi del Circolo A.C.L.I. Crocera per il lauto rinfresco da loro generosamente offerto in questa giornata a tutti gli intervenuti.



IL SINDACO

LUCA COLOMBATTO


Comune di Barge - Piazza Garibaldi, 11 - 12032 Barge (CN)
  Tel: 0175 347601 / 0175 347611   Fax: 0175 343623
  Codice Fiscale: 00398040048   Partita IVA: 00398040048
  P.E.C.: barge@pec.comune.barge.cn.it   Email: barge@comune.barge.cn.it
Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento