stemma della regione
      Regione Piemonte
Accedi ai servizi
logo del comune
Comune di Barge
Stai navigando in : Le News
Monumento per il bicentenario dell’arma dei carabinieri

Pur sotto una pioggia battente, sono stati tanti i cittadini e le autorità intervenute all’inaugurazione di un’opera fortemente voluta dal Comune di Barge e resa possibile grazie al munifico sostegno di tanti soggetti intervenuti per dare corpo all’iniziativa. Tra questi, gli imprenditori locali Mauro Camusso, della Ditta “Beltramo F.lli” di Barge, Luca Liporace, della Ditta “Italpietre” di Barge, che hanno assicurato gratuitamente il loro prezioso apporto per il buon esito del progetto offrendo rispettivamente i prodotti lapidei necessari e la manodopera per l’esecuzione materiale del bozzetto della scultura. Quest’ultimo è stato elaborato, a titolo completamente gratuito, dal Maestro Prof. Riccardo Cordero e prescelto da una Commissione giudicatrice appositamente costituita. Il Sig. Piergiorgio Minetto, titolare dell’impresa edile EdilMontoso con sede in Bagnolo Piemonte, ha a sua volta generosamente curato i lavori per la posa in loco del monumento, mentre la Ditta Edilcavi S.r.l. di Barge ha fornito gratuitamente il pennone della bandiera annessa al monumento. Proprio in quest’occasione speciale il Luogotenente Giuseppe Romeo della Stazione dei Carabinieri di Barge è stato insignito dal Sindaco Luca Colombatto di una targa commemorativa per i suoi vent’anni di servizio a difesa della comunità bargese, espressione della gratitudine e della riconoscenza dell’intera cittadinanza.



Molte le personalità eminenti richiamate da questa inaugurazione. Hanno cortesemente presenziato il Comandante della Legione dei Carabinieri Piemonte e Valle d’Aosta Generale di Brigata Gino Micale, il Comandante Provinciale Carabinieri di Cuneo Colonnello Flavio Magliocchetti, il Comandante della Compagnia Carabinieri di Saluzzo Capitano Roberto Costanzo. Molti gli esponenti dell’Arma dei Carabinieri intervenuti dalle Stazioni limitrofe. Era presente anche il Prefetto di Cuneo Dott. Giovanni Russo, e ancora, tra gli altri, il Comandante del Secondo Reggimento Alpini Colonnello Fabrizio Recchi della Caserma VAI, una rappresentanza del Comando Provinciale Corpo Forestale dello Stato, una rappresentanza del Comando Guardia di Finanza - Tenenza di Saluzzo, parecchi Sindaci dei Comuni vicini ed esponenti delle varie Associazioni Nazionali Carabinieri da tutta la Provincia di Cuneo. L’europarlamentare Avv. Alberto Cirio, impegnato a Strasburgo ov’erano in corso i lavori del Parlamento Europeo, non potendo raggiungere Barge in questa importante giornata, ha fatto pervenire i suoi saluti tramite l’amico Sindaco Luca Colombatto. “L’Arma dei Carabinieri” - ha detto - “è stata fondata duecento anni fa, ma nell’immaginario di ognuno di noi è presente da sempre, perché credo non vi sia Istituzione dello Stato che gli italiani sentano più vicina a loro. Un punto di riferimento costante e sicuro, nel nostro Paese e nel mondo, dove i carabinieri sono impegnati in importanti missioni internazionali. L’opera del Maestro Cordero è la sintesi perfetta di questo sentimento. Con la forza essenziale della pietra di Luserna, ma anche con il modo stesso in cui la scultura è nata: dono corale di un Artista, di una Città e di due Aziende di questo territorio all’Arma dei Carabinieri e a un’intera comunità”.



Nel suo intervento il Sindaco ha a sua volta tracciato i punti più importanti della storia dell’Arma dei Carabinieri, dalla sua nascita ad oggi. In tale contesto ha evidenziato quanto il Comune di Barge sia sempre stato un Comune ritenuto particolarmente importante dai Savoia - basti ricordare che Carlo Alberto mantenne sempre il titolo di Conte di Barge - e come a Barge nacque una delle prime caserme dell’Arma, collocata all'interno del castello. Proprio per questo motivo la scultura ha trovato sede di fronte al castello, rimarcando questo legame con il passato. Colombatto ha quindi ringraziato i membri della Commissione Giudicatrice che hanno selezionato l'opera e scelto il luogo ove collocarla. Ha altresì ringraziato il Maestro Prof. Riccardo Cordero per avere lavorato gratuitamente insieme agli amici Camusso, Liporace e Minetto, donando così a Barge un'altra scultura, dopo l'opera donata dalla Regione Piemonte nel 2011, vincitrice del premio internazionale di scultura. Rivolgendosi poi alle scolaresche presenti ha più volte ripetuto l'importanza dello studio e della cultura del lavoro. Ha chiuso con l’auspicio che la scultura del Maestro Riccardo Cordero possa ricordarci sempre il sacrificio dei molti giovani italiani di tutti le armi, di tutti i tempi e in tutti i luoghi, che in questi duecento anni di storia hanno perso la vita adempiendo con onore al proprio dovere, al servizio dell'Italia e della comunità' internazionale, secondo il motto dei carabinieri "Usi obbedir tacendo e tacendo morir, nei secoli fedele”. 



In merito ai vent’anni di comando della stazione dei Carabinieri di Barge da parte del Luogotenente Giuseppe Romeo, il Sindaco ha sottolineato quanto questi sia sempre stata una figura di riferimento per la nostra comunità, tanto nei momenti belli quanto nei momenti tristi. Il Luogotenente Romeo ha dimostrato di essere davvero una bella persona, la cui semplicità ed umiltà gli hanno sempre permesso di stare felicemente in mezzo alla gente.



Dopo l’intervento del Sindaco ha poi preso la parola, in rappresentanza della Provincia di Cuneo, l’Avvocato Flavio Manavella di Bagnolo Piemonte, il quale ha sottolineato la presenza forte e importante di partigiani provenienti dalla Sicilia durante la Resistenza e ha evidenziato quanto Barge sia stata una città importante nel panorama della lotta di liberazione.



In rappresentanza dell’Associazione Volontari Carabinieri, in veste di Segretario dell’Associazione stessa, ha quindi parlato il Consigliere Comunale Mario Picco, che ha ringraziato l’Amministrazione per avere così fortemente voluto il monumento.



Particolarmente grato a tutti coloro che hanno generosamente contribuito a concretare questo importante evento e a renderlo particolarmente solenne con la loro gradita presenza, lieto per il felice esito, il Sindaco Luca Colombatto rivolge a tutti un sentito ringraziamento. Esprime quindi un caloroso grazie per la calorosa e massiccia partecipazione e per l’affetto e il calore dimostrato anche in questo frangente alla città di Barge.



IL SINDACO

Luca COLOMBATTO




  • Foto 1: Il gruppo degli intervenuti alla cerimonia accanto al monumento all’Arma dei Carabinieri

  • Foto 2: Il Luogotenente Giuseppe Romeo con la targa consegnatagli dal Sindaco Luca Colombatto, insieme al Sindaco e al Comandante della Legione dei Carabinieri Piemonte e Valle d’Aosta Generale di Brigata Gino Micale


Inaugurazione Monumento 1.jpg
Inaugurazione Monumento 2.jpg
Comune di Barge - Piazza Garibaldi, 11 - 12032 Barge (CN)
  Tel: 0175 347601 / 0175 347611   Fax: 0175 343623
  Codice Fiscale: 00398040048   Partita IVA: 00398040048
  P.E.C.: barge@pec.comune.barge.cn.it   Email: barge@comune.barge.cn.it
Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento