stemma della regione
      Regione Piemonte
Accedi ai servizi
Utenti con dislessia
logo del comune
Comune di Barge
Stai navigando in : Le News
BARGE CONSOLIDA IL PROGETTO TER.RE RESISTENTI: APPUNTAMENTO AL 4 SETTEMBRE P.V.
Ven 13 Ago 2021

Dalla seconda metà del 2018 il Comune di Barge ha avviato operativamente il Progetto "Ter.Re Resistenti", la cui realizzazione, che ha visto il coinvolgimento del Politecnico di Torino - Dipartimento di Architettura e Design come partner scientifico, è stata resa possibile dalla Fondazione Compagnia di San Paolo in qualità di maggior sostenitore, nell’ambito del bando "Luoghi della Cultura".
Si tratta di un’iniziativa culturale per la restituzione della memoria della Resistenza, dell’Antifascismo e dell’Internamento, particolarmente significativa per il territorio, con l’obiettivo di riconnettere materiali, ricordi e tracce latenti con le matrici paesaggistiche, e di mettere a sistema repertori di documenti, immagini, studi ed esiti anche didattici, affinché possano essere liberamente fruiti. Il Progetto "Ter.Re Resistenti" intende infatti, tra l’altro, individuare, studiare e valorizzare i fondi archivistici, iconografici, audiovisivi nonché i beni materiali legati alla storia della Resistenza, nell’ottica della produzione di nuova conoscenza, promozione del riconoscimento dei "luoghi" che rappresentano gli spazi culturali della Comunità attraverso la valorizzazione del patrimonio culturale immateriale (saperi, pratiche e condotte storiche), la prefigurazione di un nuovo museo (virtuale e materiale), l’educazione delle nuove generazioni al patrimonio, l’implementazione dell’attrattività del territorio.
In quest’ottica è stato strutturato  il museo diffuso virtuale (il concetto di "museo diffuso" - coniato dall'architetto milanese Fredi Drugman negli anni Settanta- intende appunto esprimere lo stretto rapporto che intercorre fra un territorio e il patrimonio conservato nei suoi musei, ma anche quello che l'istituzione museale deve saper intessere con gli abitanti di quel territorio) "Ter.Re Resistenti", anche attraverso l’installazione di moduli fisici che segnalano luoghi particolarmente significativi per la memoria partigiana di Barge e che rimandano all’app gratuita MuseOn per la consultazione di raccolte di contenuti digitali. 
A questo museo virtuale se ne affiancherà ben presto uno materiale, la cui sede è stata individuata nell’edificio della Stazione Ferroviaria, in corso di restauro e restituzione alla Comunità nell’ambito del Progetto "Stazione di Ri-partenza" nato in seno al Progetto "Ter.Re Resistenti". Tale progetto, finanziato dalla Fondazione Compagnia di San Paolo e curato dall’Associazione Quasi Quadro di Torino per conto del Comune di Barge, prevede infatti un percorso di rigenerazione dell’immobile dell’Ex Stazione Ferroviaria e di parte dell’area circostante. La volontà non è soltanto quella di rendere nuovamente fruibile un bene, ma anche e soprattutto di avviare un’operazione di rinascita, di occasioni di scambio di cultura e anche di economia circolare. Diventa essenziale trasformare quegli spazi in luoghi in cui si possano concentrare interventi per una memoria storica e culturale locale, per un’economia circolare e per un’offerta turistica "slow". La volontà è quella di avviare un percorso di rigenerazione avendo come destinatari da una parte la comunità locale, che verrà coinvolta in un processo di sviluppo culturale ed economico, dall’altra i visitatori che attraverseranno Barge in futuro. L’Ex Stazione diverrà così un punto di partenza, anzi di "ripartenza", e scoperta del territorio circostante, un luogo con un’attrattività culturale e turistica. L’immobile tornerà a vivere con e per la sua comunità e a dialogare con la vicina ex Officina Ferroviaria, che dopo un recente intervento di rigenerazione, interna ed esterna, è divenuto centro di esposizioni artistiche e contemporanee. L’Ex Stazione sarà una base complementare e più solida di tale offerta, con un imprinting identitario rivolto prettamente a un turismo di valore e a una generazione di economia locale.
Da ricordare che all’interno del Progetto "Ter.Re Resistenti" è stata promossa nel 2020 la ripubblicazione del testo "Camilla. Maria Rovano, un’ostetrica partigiana", edito da Fusta Editore. Si è poi assegnato all’Associazione Musicale "Giulio Roberti" di Barge un contributo straordinario per consentire alla stessa di realizzare un progetto teatrale sulla Resistenza. Su questa scia si è quindi deciso di procedere all’implementazione delle azioni realizzate dal medesimo Istituto Musicale "Giulio Roberti" attraverso drammaturgia, sviluppo e realizzazione di uno spettacolo teatrale centrato sulla figura dell’ostetrica partigiana Camilla e di altre grandi donne della nostra Resistenza, incaricando per tale servizio la drammaturga e attrice Sara D’Amario, che vi ha operato in collaborazione col regista Francois-Xavier Frantz.
Un’anticipazione di quest’opera sarà concessa al pubblico il giorno sabato 4 settembre p.v., a partire dalle ore 18,00 presso l’Ex Officina Ferroviaria di Barge. L’evento si terrà nell’ambito dell’iniziativa "Attraverso la Memoria" promossa dal Comune di Borgo San Dalmazzo cui il nostro Ente ha aderito unitamente ad altri della Provincia di Cuneo. Interverrà anche Gigi Garelli, Direttore dell’Istituto Storico della Resistenza di Cuneo, sulle tematiche della marcia della Memoria. 
In tale occasione l’artista Hilario Isola avrà altresì modo di presentare alla città "I Dormienti", un progetto di arte pubblica e partecipata da lui ideato, che ben si inserisce nel solco di "Ter.Re Resistenti". E’ un progetto, fortemente voluto dall’Amministrazione Comunale, consistente in una serie di sculture che verrà installata a Barge in luoghi cardine della Resistenza partigiana. Saranno sculture in pietra e argilla che ritrarranno volti della Resistenza bargese. Questi verranno modellati da Isola, frammentati e successivamente inseriti in buchi e anfratti di muri di particolari punti strategici della città. I volti dei protagonisti della Resistenza andranno a colmare spazi vuoti. Nello stesso modo verranno colmate le lacune emotive e culturali riguardanti la memoria della Resistenza. Le sculture saranno mimetiche sia per cromia che per composizione e si integreranno totalmente nel paesaggio. L’osservatore verrà così guidato in una ricerca delle installazioni che lo costringeranno sia ad osservarle da vicino che ad osservare il contesto circostante guidato dagli sguardi e dai volti dei partigiani che da quei luoghi avvistavano e si difendevano.
L'installazione porterà alla costruzione di una mappatura e di un percorso attraverso i luoghi più significativi legati all'esperienza partigiana.
Uno dei luoghi deputati per la collocazione del volto di un "Dormiente" sarà proprio la Stazione Ferroviaria, di cui sempre il 4 settembre p.v. si inaugurerà e presenterà ufficialmente al pubblico il Cantiere di Restauro.

La Sindaca di Barge Prof.ssa Piera Comba invita caldamente a questo appuntamento, ricco di contenuti e pregno di significato storico e culturale per la città di Barge.

Comune di Barge - Piazza Garibaldi, 11 - 12032 Barge (CN)
  Tel: 0175 347601 / 0175 347611   Fax: 0175 343623
  Codice Fiscale: 00398040048   Partita IVA: 00398040048
  P.E.C.: barge@pec.comune.barge.cn.it   Email: barge@comune.barge.cn.it
Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.Maggiori informazioni.