stemma della regione
      Regione Piemonte
Accedi ai servizi
logo del comune
Comune di Barge
Stai navigando in : Le News
Peculiarità qualitatative e paesaggistiche del territorio

Domenica 6 luglio al Colle dell’Agnello un incontro solenne ha celebrato il riconoscimento ufficiale  della Riserva della Biosfera Transfrontaliera del Monviso da parte dell’UNESCO. A dare lustro all’iniziativa, che ha visto coinvolto l’ampio territorio dell’area del Queyras e tutta l’area italiana che ha come riferimento il Monviso (Valli Po, Varaita e Maira e l’ampia pianura) e che complessivamente conta 88 comuni, la presenza di rappresentanti ufficiali del Governo Italiano tra cui il Sottosegretario all’Ambiente, Barbara Degani, il viceministro alla Giustizia, Enrico Costa, i parlamentari Mino Taricco e Chiara Gribaudo, il Prefetto di Cuneo Giovanni Russo, e del Governo Francese rappresentato dal Ministro all’Ecologia Ségolène Royal, il presidente del Comitato Mab France Didier Babin e, ospite d’onore, il segretario generale del MaB Unesco Qunli Han; presenti inoltre l’Assessore all’Ambiente Alberto Valmaggia per la Regione Piemonte, il Presidente del Parco Po Cuneese, Silvano Dovetta e tanti sindaci del territorio tra cui Luca Colombatto, Sindaco di Barge, al colle in rappresentanza dell’Amministrazione Provinciale di Cuneo, attivamente impegnato in prima persona fin dal 2011 a sostegno del riconoscimento del sito del Monviso e delle sue Valli quale patrimonio tutelato dall’UNESCO. In tale progetto in cui si è profuso con grande impegno, Luca Colombatto ha da sempre visto una evidente, importante, opportunità per il territorio, con riflessi di particolare rilevanza per la nostra terra e le nostre montagne.  



Tra le tante iniziative di promozione del territorio che il Sindaco Colombatto sta portando avanti nel suo mandato sono degne di una particolare menzione anche la costituzione del Club Unesco “Barge e le Valli del Monviso”, forma associazionistica di genesi imminente che andrà a proporre e realizzare iniziative finalizzate a recuperare e a far conoscere il nostro territorio con tutte quelle peculiarità paesaggistiche e di prodotti che lo rendono unico.



Sempre in un’ottica di valorizzazione del territorio, Luca Colombatto ha, da ultimo, incontrato lunedì 7 luglio presso il Palazzo della Regione il neo insediato Governatore Sergio Chiamparino per proporre l’attivazione, presso il padiglione Italia di Expo 2015, di uno spazio di presentazione di tutti i territori piemontesi riconosciuti dall’UNESCO come patrimonio dell’umanità, ponendo l’accento sul fatto che il Piemonte è la sola regione italiana a potersi fregiare di tutte le forme di riconoscimento che l'UNESCO può attribuire: in ambito architettonico, le Residenze Sabaude,  testimonianza rilevante dell'esuberante genialità dell'arte e dell'architettura del Barocco e del Tardo Barocco, in ambito paesaggistico il recentissimo riconoscimento delle Terre del Monferrato, Langhe e Roero, grazie all’eccezionale valore della cultura del vino, che ha nei secoli modellato il paesaggio e, in ambito ambientale, il riconoscimento della Biosfera del Monviso di cui si è parlato in apertura del presente comunicato. Il Governatore Sergio Chiamparino è rimasto particolarmente colpito dalla proposta del Sindaco Luca Colombatto e  lo ha invitato a prendere immediato contatto con l’assessore regionale con delega ad EXPO 2015 per dare concreto seguito alle interessanti idee esposte.



IL SINDACO

Luca COLOMBATTO


colle.JPG
Comune di Barge - Piazza Garibaldi, 11 - 12032 Barge (CN)
  Tel: 0175 347601 / 0175 347611   Fax: 0175 343623
  Codice Fiscale: 00398040048   Partita IVA: 00398040048
  P.E.C.: barge@pec.comune.barge.cn.it   Email: barge@comune.barge.cn.it
Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento